Roberta Sdolfo

“Ricordate sempre che il vostro artista è un bambino; trovarlo e proteggerlo, concedendo a voi stessi il permesso di creare, è come imparare a camminare. Inizialmente si gattona, seguiranno i primi passi e non mancheranno le cadute: quadri che sembrano prove di colori, film che paiono immagini di una telecamera lasciata accesa per errore, prime poesie che non sono neppure all'altezza di un bigliettino di auguri. Tipicamente, l'artista-ombra in convalescenza continuerà a valutare questi tentativi come segni decisivi per scoraggiare ulteriori esplorazioni. Giudicare i vostri primi tentativi creativi equivale a "violentare" l'artista che è in voi.

 

da “La via dell’artista!” di Julia Cameron